1. Home
  2. Insights, webinar e altre risorse utili
  3. Finanziamenti agevolati per le imprese esportatrici colpite dalla crisi in Ucraina

Finanziamenti agevolati per le imprese esportatrici colpite dalla crisi in Ucraina

Per le imprese esportatrici colpite dal conflitto in Ucraina dal 12 luglio sarà disponibile il nuovo finanziamento SIMEST: le richieste di finanziamento potranno essere presentate entro il 31 ottobre 2022.

Dal 12 luglio sarà disponibile il nuovo finanziamento SIMEST a supporto delle imprese esportatrici colpite dal conflitto in Ucraina. Le richieste di finanziamento potranno essere presentate entro il 31 ottobre 2022.

Chi ne può usufruire

L’agevolazione SIMEST è rivolta alle PMI e Mid Cap italiane (Mid Cap = impresa non qualificabile come PMI
con un numero di dipendenti non superiore alle 1.500), costituite in forma di società di capitali, che:

• abbiano depositato presso il Registro imprese almeno tre bilanci relativi a tre esercizi completi
• abbiano un rapporto fatturato estero/fatturato totale almeno pari al 20%, come dichiarato e asseverato da un soggetto iscritto al Registro dei Revisori Contabili tenuto dal MEF
• abbiano riscontrato un calo del fatturato estero a livello aggregato verso l’Ucraina e/o Federazione russa e/o la Bielorussia pari o superiore al 20% del fatturato medio estero realizzato verso questi tre paesi nel triennio precedente al 2022.

L’obiettivo

L’obiettivo del bando SIMEST è quello di mantenere e salvaguardare la competitività sui mercati internazionali delle imprese esportatrici colpite dalla crisi a seguito della guerra in Ucraina.
La misura non è legata ad un piano di investimento ad esempio in acquisto beni strumentali, sostiene esigenze di liquidità.

Le caratteristiche

L’agevolazione SIMEST si sostanzia in un finanziamento a tasso agevolato (TASSO ZERO erogato direttamente da SIMEST) in regime “de minimis” + una quota di contributo a fondo perduto in regime di Temporary Crisis Framework (sezione 2.1.).

Qualora l’Impresa Richiedente non avesse plafond disponibile ai sensi della sezione 2.1 del Temporary Crisis Framework, e/o non vi fossero le condizioni per la concessione della quota di fondo perduto, l’Intervento Agevolativo richiesto potrà essere concesso integralmente o parzialmente a titolo di Finanziamento.

Durata del finanziamento: 6 anni, di cui 2 di pre-ammortamento.

Gli importi finanziabili

L’importo minimo finanziabile ammonta a € 50.000, il massimo finanziabile è invece di € 1.500.000 (con sotto limite € 800.000 a seconda della classe di rating attribuita da SIMEST) e comunque non superiore al 25% dei ricavi medi (voce A1 del conto economico) risultati dagli ultimi due bilanci approvati e depositati dall’impresa.

Beneficiari Classe scoring SIMEST A1-A2 Classe scoring SIMEST A3-A4
PMI e Mid Cap 1.500.000 € 800.000 €

In ragione della classe di scoring è previsto, o meno, il rilascio di garanzie sulla quota di finanziamento:

La quota massima del contributo a fondo perduto arriva fino al 40% ed è concessa nei limiti dell’importo massimo complessivo di agevolazione in regime di Temporary Crisis Framework per impresa, pari a €400.000.

E’ possibile presentare una sola domanda di agevolazione per impresa.

Per saperne di più
Clicca qui