1. Home
  2. Insights, webinar e altre risorse utili
  3. Google ADS e Microsoft Advertising annunciano importanti novità

Google ADS e Microsoft Advertising annunciano importanti novità

Google ADS e Microsoft Advertising sono pronti a stimolare nuove azioni di marketing vincente last minute.

Annunci Performance Max: finalmente disponibili per tutti gli account Ads

Annunci Performance Max finalmente disponibili su tutti gli account Ads? Oggi è possibile, in tutti i paesi del mondo: ecco il primo regalo per gli inserzionisti.

Introdotti all’inizio del 2021 in versione beta, sono annunci creati per aumentare il raggio d’azione delle proprie inserzioni pubblicitarie colpendo un pubblico interessato ad esse, trasversalmente alle diverse proprietà Google: quindi oltre a Search, anche Discover, Gmail, Maps, rete Display e YouTube. Il funnel di conversione si compone infatti di numerosi tasselli, ognuno dei quali contribuisce a o impedisce il raggiungimento di un obiettivo finale.

Quali sono i benefici dei Performance Max?

Gli annunci Performance Max si adattano in tempo reale e si servono di tecnologie di automatizzazione applicate alle offerte, al budget, ai pubblici, nonché alle creatività per generare traffico qualificato rispetto agli obiettivi di campagna (CPA o ROAS ad esempio).

Sono indicati quando l’obiettivo di campagna è molto specifico e chiaro. E quali sono i benefici di questi Performance Max Ads?

• Aumentano il numero e il valore delle conversioni, grazie all’ottimizzazione del budget e delle offerte in maniera trasversale a vari canali.

Permettono di trovare nuovi clienti e quindi nuove opportunità di capire intenti di ricerca e patterndi comportamento.

Aumentano costantemente l’efficienza del sistema machine learning, attraverso i dati raccolti.

Forniscono ottimi risultati anche ai piccoli negozi, oltre alle grandi aziende, soprattutto a quelli con una clientela geograficamente localizzata in target.

I piccoli negozianti potranno infatti usufruire di formati e proprietà finora precluse tramite le campagne Local o di Smart Shopping. Potranno così aumentare l’affluenza di persone acquirenti nel negozio fisico oppure online.

Microsoft Smart Shopping: quando e come utilizzarlo

L’altro big dell’advertising ha deciso di estendere l’esperienza Microsoft Smart Shopping a tutti i mercati del mondo. Smart Shopping è un sistema che permette di massimizzare il ROI ricorrendo a un meccanismo di automatizzazione delle offerte e del targeting fra Search e tutte le altre proprietà Microsoft. Intercetta quindi gli utenti giusti al momento giusto, aumentando il tasso di conversione e riducendo i costi complessivi.

Microsoft consiglia di partire impostando un obiettivo ROAS, per “dare in pasto” all’algoritmo una mole inferiore di dati da studiare affinché migliori le proprie performance. È poi necessario garantire un budget sufficiente per non impedire il funzionamento continuo del machine learning. Massime performance sono garantite caricando un feed di prodotti molto dettagliato per un matching dell’algoritmo estremamente rilevante. Sarebbe infine utile combinare i prodotti nel minor numero di campagne possibile, per velocizzare il processo di machine learning.

Clarity insights: benvenuto in casa Microsoft Advertising

Clarity insights, novità di casa Microsoft, è lo strumento gratuito che mostra agli inserzionisti dati dettagliati sul comportamento degli utenti di un sito dopo aver fatto click su un annuncio.

Allineato alle correnti direttive GDPR e CCPA e basato su un sistema open-source, Clarity capisce e monitora l’engagement degli utenti sulle landing page abbinate alle inserzioni.
Si serve dei tag UET (Universal Event Tracking) già presenti sul sito ed è di facile implementazione. Tutti i dati sono visivamente chiari, con mappe di calore che mostrano tutte le interazioni degli utenti con il sito. Inoltre, è possibile collegare Clarity a Google Analytics per risparmiare tempo in fase di monitoraggio ed accentrare tutti i dati su una sola piattaforma.

Dalla scheda dedicata è possibile analizzare l’engagement relativo a campagne, canali e browser differenti e ottenere suggerimenti per migliorare le performance. Rimanendo in tema di beta nel mondo Microsoft, sono disponibili in tutti i paesi dell’Unione Europea i segmenti di pubblico In-Market.

Uno spazio su misura per le Offerte Google Shopping

Le Offerte Google Shopping presentano nuove caratteristiche. A luglio 2021 le inserzioni relative ad articoli in sconto, segnalate da un badge in SERP, erano state rese più visibili grazie a un collegamento alle “offerte correlate”. Adesso Google ha implementato una vera e propria scheda dedicata alle offerte, che compare in relazione a query rilevanti e mostra le offerte interessanti per l’utente in base alle sue ricerche. Aggiornato anche il Merchant Center per segnalare quali dei prodotti possono ottenere il badge delle offerte e fornire dati sulle loro performance.

Vuoi approfondire le tematiche legate al Digital Marketing?