1. Home
  2. Insights, webinar e altre risorse utili
  3. Internazionalizzazione delle aziende, nuovi finanziamenti promossi da Simest

Internazionalizzazione delle aziende, nuovi finanziamenti promossi da Simest

Apre a fine ottobre il secondo sportello per inoltrare le domande per ricevere finanziamenti agevolati: si tratta della seconda finestra del 2021

Sostenere la crescita delle aziende italiane attraverso l’internazionalizzazione dell’attività. È questo l’obiettivo di Simest, società del Gruppo Cassa Depositi e Prestiti, che dal 28 ottobre 2021 aprirà un nuovo sportello per le domande di agevolazione delle risorse. Dopo la chiusura del primo sportello, rimasto operativo solo il 3 e 4 giugno a causa dell’esaurimento delle risorse del Fondo 394/81, si apre una nuova opportunità per le aziende che vogliono guardare anche all’estero. Le richieste potranno essere presentate sul portale on line dedicato entro le ore 18:00 del 03/12/2021, salvo probabile esaurimento anticipato dei fondi messi a disposizione e conseguente chiusura anticipata dello sportello. Il fattore tempo sarà di nuovo molto importante in questa seconda finestra del 2021.

Riaprono gli strumenti di finanziamento agevolato

Eccoli in sintesi:
PATRIMONIALIZZAZIONE: dedicato alle società già esportatrici che hanno bisogno di liquidità. Il bando non ha quota a fondo perduto. Bando dedicato a MidCap e PMI italiane, costituite in forma di società di capitali (es: S.R.L., S.P.A. etc.), che nell’ultimo biennio abbiano realizzato all’estero almeno il 20% del proprio fatturato o almeno il 35% nell’ultimo anno. L’importo massimo ottenibile è pari a € 800.000 e comunque fino al 40% del patrimonio netto della tua impresa.

PARTECIPAZIONE A FIERE DI CARATTERE INTERNAZIONALE SIA IN ITALIA CHE ALL’ESTERO: possono accedere tutte le PMI, le MidCap e anche le Grandi Aziende. Il finanziamento può coprire fino al 100% delle spese preventivate ritenute ammissibili a bando (es: iscrizione alla fiera, affitto area espositiva, pulizia stand, spese promozionali correlate alla fiera etc.) fino a un massimo del 15% dei ricavi dell’ultimo esercizio e comunque non oltre i 150.000 euro per singola fiera. Ogni domanda può riguardare una singola fiera.

INSERIMENTO NEI MERCATI ESTERI (apertura di una nuova sede all’estero): il bando è dedicato a tutte le imprese, in forma singola o aggregata, che abbiano depositato presso il Registro imprese almeno due bilanci relativi a due esercizi completi. Finanzia l’apertura di uffici, show room, negozi, corner, centri di assistenza post vendita in un Paese estero e relative attività promozionali. L’importo massimo finanziabile non può superare il 25% del fatturato medio dell’ultimo biennio, da un minimo di 50 mila euro fino a 4 milioni di euro. L’obiettivo è agevolare il lancio e la diffusione di nuovi prodotti e servizi ovvero l’acquisizione di nuovi mercati per prodotti e servizi già esistenti, attraverso l’utilizzo di strutture permanenti all’estero.

  • TEMPORARY EXPORT MANAGER (inserimento temporaneo in azienda di una figura specializzata): Finanzia l’inserimento temporaneo (almeno per 6 mesi) in azienda di figure professionali specializzate (Temporary Export Manager) finalizzato alla realizzazione di progetti di internazionalizzazione. Possono accedere tutte le società di capitali che abbiano depositato presso il Registro imprese almeno due bilanci relativi a due esercizi completi. Importo massimo finanziabile: € 150.000,00.  Importo minimo finanziabile: € 25.000,00
  • SOLUZIONI E-COMMERCE IN PAESI ESTERI FINALIZZATE ALLA PROMOZIONE DEL MADE IN ITALY: agevola lo sviluppo di soluzioni di E-Commerce in Paesi esteri attraverso l’utilizzo di un Market Place di terzi oppure la realizzazione di una piattaforma informatica sviluppata in proprio per la diffusione di beni e/o servizi prodotti in Italia o distribuiti con marchio italiano. Possono accedere tutte le società di capitali che abbiano depositato presso il Registro imprese almeno due bilanci relativi a due esercizi completi. La spesa minima per la presentazione della domanda è di € 25.000. Le cifre sono sempre da considerare IVA esclusa.
  • STUDI DI FATTIBILITÀ (studi finalizzati a valutare l’opportunità di investire all’estero):
    Finanzia gli studi di fattibilità finalizzati a valutare l’opportunità di effettuare un investimento commerciale o produttivo in Paesi esteri. Possono accedere tutte le società di capitali che abbiano depositato presso il Registro imprese almeno due bilanci relativi a due esercizi completi.
  • PROGRAMMI DI ASSISTENZA TECNICA (formazione del personale operativo all’estero):
    La misura agevola:
  • la formazione del personale in loco c/o Paesi esteri;
  • l’assistenza post vendita collegata a un contratto di fornitura.

Il finanziamento può coprire fino al 100% dell’importo delle spese preventivate ammissibili, fino al 15% dei ricavi medi dell’ultimo biennio e comunque non oltre € 300.000.

Consulenza e condizioni di erogazione

Al fine di agevolare l’internazionalizzazione delle imprese italiane, Cerved può curare l’invio del progetto a SIMEST per conto delle imprese beneficiarie attraverso la società del gruppo specializzata in finanza agevolata, Cerved FinLine. Inoltre può offrire la consulenza specialistica del Temporary Export Manager / Temporary Digital Marketing Manager in quanto possiede come società di servizi tutte le caratteristiche richieste dalla normativa di riferimento (fatto salvo la verifica che il fornitore del TEM abbia i requisiti richiesti da SIMEST prima della sottoscrizione dell’incarico in quanto è motivo di inefficacia dell’istanza), nonché realizzare e sviluppare una piattaforma e-commerce finanziabile con il relativo incentivo.

Tutte le imprese beneficiarie saranno tenute ad aprire un conto corrente dedicato all’iniziativa SIMEST e dovrà essere utilizzato per l’erogazione del finanziamento e per tutti i relativi movimenti in entrata e uscita. Per le aziende, il beneficio risiede nella concessione dei finanziamenti direttamente da SIMEST la quale non applica costi fissi di istruttoria. Il prestito inoltre non transita attraverso i tradizionali canali bancari ed è ad un tasso agevolato pari al 10% del tasso di riferimento UE che a Settembre 2021 è pari al 0,055%. Resta confermata per l’anno 2021 la quota di contributo a fondo perduto pari al 25% del totale investimento ammissibile, percentuale che rientra nel regime di aiuti in Temporary Framework sez. 3.1, mentre la restante percentuale di finanziamento agevolato andrà in regime de minimis.

Da tutti questi strumenti di Simest sono esclusi i seguenti codici Ateco 2007:
SEZIONE A – Agricoltura, silvicoltura, e Pesca: tutte le attività

SEZIONE C – Attività manufatturiera  – esclusivamente le attività di cui alle seguenti classi:

10.11 – Produzione di carne non i volatili e dei prodotti della macellazione (attività dei mattatoi)

10.12 – Produzione di carne di volatili e dei prodotti della macellazione (attività dei mattatoi)

Da anni Cerved Finline si occupa di presentare richieste al Fondo Centrale di Garanzia come partner accreditato di primari istituti di credito. Oggi mettiamo a disposizione delle imprese la nostra esperienza e forniamo un plus importante per approcciare in modo consapevole questo strumento agevolativo. Rappresentiamo una semplificazione della materia ed un acceleratore per l’ottenimento del risultato.