1. Home
  2. Insights, webinar e altre risorse utili
  3. Mobile e-commerce: otto suggerimenti per aumentare le vendite

Mobile e-commerce: otto suggerimenti per aumentare le vendite

La crescita esponenziale del mobile e-commerce va di pari passo con il sorpasso del traffico da smartphone sui dispositivi desktop. Anche l’e-commerce quindi deve essere ottimizzato per la visualizzazione da mobile per offrire una buona esperienza di acquisto: è una grande opportunità per aumentare il fatturato e superare la concorrenza.

Nel 2020 l’e-commerce B2C, ossia quello rivolto ai consumatori finali, in Italia ha avuto un giro d’affari complessivo di circa 30,6 miliardi di euro (Fonte: Osservatorio eCommerce B2C). Di questi, 7,2 miliardi riguardano l’acquisto di servizi (11% del mercato complessivo) e 23,4 miliardi l’acquisto di prodotti (8% del mercato).

Ben il 51% degli acquisti avviene da tablet o smartphone, per un totale di 15,7 miliardi di euro, di cui 2,6 per servizi (il 36% del mercato e-commerce) e 13,1 per prodotti (addirittura il 56%). Oltre all’e-commerce in generale è quindi importante considerare a parte il mobile e- commerce. Gli acquisti sono più veloci, immediati, istintivi, e possono essere effettuati in mobilità e in qualunque luogo.

Nel 2020 rispetto all’anno precedente, il mobile e-commerce è infatti cresciuto del 42%. La pandemia ha sicuramente fatto da volano, ma indietro non si torna: lo sviluppo dell’e-commerce prosegue sia dal lato consumer, sia dal lato business. Non a caso sono moltissime le aziende che stanno costruendo o riprogettando le proprie strategie di vendita e di interazione con i consumatori proprio per tenere conto di questo cambio di abitudini e di mentalità.

Ma concentriamoci sul mobile e-commerce e vediamo insieme 8 suggerimenti per ottimizzare la versione mobile del tuo e-commerce.

1 Non dimenticare lo zoom sulle immagini

Partiamo dalle “gesture” ovvero dalle “scorciatoie” che permettono di risparmiare tempo e di utilizzare al meglio le funzionalità dello smartphone. Si tratta di tutte quelle interazioni touch che permettono di esplorare un sito o un’app: il doppio tap, lo zoom con due dita, lo swipe laterale.

Nella versione mobile del tuo e-commerce gli utenti si aspettano di poter interagire attraverso queste “scorciatoie”. Infatti, durante l’utilizzo di un sito viene naturale scoprire i prodotti ingrandendo le immagini per osservarne i dettagli proprio attraverso queste “gesture”.

Ricorda che se i tuoi utenti non riescono ad avere diverse informazioni visive soddisfacenti, difficilmente acquisteranno. Ricorda inoltre di usare immagini ad alta risoluzione.

2 Permetti al visitatore di ritrovare i prodotti su un altro device spingendolo a registrarsi”

‍‍I numeri dicono che il 61% degli utenti che aggiunge prodotti nel carrello da mobile, completa l’acquisto da desktop. 

Un carrello che ricorda quali articoli l’utente ha aggiunto e li mostra indipendentemente dal device che viene utilizzato, è un aspetto importante per finalizzare l’acquisto. L’utente non deve cercare gli articoli e aggiungerli nuovamente, ma sarà il tuo carrello a farlo per lui e le tue probabilità di portare a casa la vendita aumenteranno notevolmente.

Due consigli pratici:

  •  tenere in memoria il contenuto del carrello per la visita successiva (no a carrelli temporizzati che si svuotano);
  •  spingere l’utente (ma non costringere) a creare un account per salvare i preferiti e il carrello, in modo che possa risparmiare tempo alla visita successiva e ritrovare i prodotti.

Pianifica anche una strategia per il recupero dei carrelli abbandonati. Inciderà notevolmente sul tasso di conversione.

3  Utilizza form di richiesta semplici

Ogni volta che l’utente deve inserire un dato, questa azione gli richiede tempo ed energia, cose che mediamente scarseggiano e infastidiscono durante la navigazione. Fornisci quindi al tuo utente la possibilità di velocizzare la compilazione del form, inoltre:

  • indica il perché richiedi determinati dati. Ad esempio: “Inserisci l’indirizzo dove vuoi che la merce venga spedita”;” inserisci la mail per poter ricevere l’aggiornamento sulla spedizione”;
  • avanza automaticamente al campo successivo quando l’utente completa l’inserimento;
  • se il campo richiede un input testuale mostra la tastiera, mentre se richiede un input numerico, come un numero di telefono, mostra il tastierino numerico,

‍4 Suggerimenti, correzioni ed errori

Aiuta l’utente durante la ricerca di un prodotto suggerendogli le query di ricerca più utilizzate in base ai caratteri già digitati, in questo modo lo aiuti a velocizzare la ricerca e puoi indirizzarlo anche verso i prodotti più richiesti.

Un’altra azione importante è indicare dove l’utente ha commesso un errore. Evidenzia quindi i campi che contengono degli errori e indica perché quel campo è sbagliato aiutandolo nella correzione. In questo modo la user experience del tuo e-commerce ne risentirà in modo positivo. Non dimenticare le funzionalità di auto-completamento per favorire i tuoi utenti.

Ad esempio quando si tratta di inserire il luogo di residenza o consegna. Se un utente inserisce l’Italia come paese mostragli solo città e aggiorna in automatico la provincia. Sono semplici accortezze che fanno la differenza.

‍5 Sai in che posizione i tuoi utenti utilizzano la versione mobile del tuo e-commerce? Verticale o orizzontale?

Puoi capire se la navigazione è agevole o se è troppo difficile interagire valutando se la posizione degli elementi rientra nella thumb-zone (zona del pollice). L’ideale sarebbe disporre elementi come pulsanti e menu nelle zone in cui è più facile arrivarci con il pollice.

6 Assicura la correttezza e serietà del sito al momento del pagamento

Quando si tratta di pagare online la paura di commettere errori si manifesta molto spesso e raddoppia se l’operazione avviene da mobile. Quindi indica con chiarezza in che modo avvengono i pagamenti, che l’operazione avviene in un ambiente protetto e sicuro, che i tuoi strumenti permettono di essere tutelati qualora succedessero degli imprevisti.‍

‍7 Il campo di ricerca e i filtri

Gli utenti hanno esigenze differenti. Hai un menu di navigazione progettato bene e con categorie ordinate e ben riconoscibili, ma c’è chi si trova meglio ad esplorare le varie categorie, curiosando tra i tuoi prodotti offerti, navigando fra le varie schede prodotto e chi invece preferisce una soluzione più immediata.

Da desktop si ha un monitor solitamente abbastanza grande per poter verificare tutte le voci del menu, mentre da mobile il menu è progettato in modo da occupare il minor spazio possibile e per questo la fase di ricerca risulta più problematica.

Per questo motivo la barra di ricerca svolge un ruolo fondamentale nel tuo e-commerce versione mobile. Un utente che sa che prodotto vuole, ma non sa in che categoria si trovi, sfrutterà sicuramente questa funzionalità. La barra dovrà quindi essere ben visibile e fornire la possibilità di suggerire la parola cercata, mostrare magari anche i prodotti che sono strettamente collegati alla ricerca. Non dimenticare, inoltre, la funzionalità del “filtro” soprattutto se hai una lunga lista di prodotti in modo da favorire la ricerca in base a determinate caratteristiche.

8 Velocizza e alleggerisci la fase di check-out

Il carrello accoglie i prodotti selezionati, ora il tuo utente è pronto all’acquisto. In questa delicata fase il 35% degli utenti abbandona perché risulta troppo complicato terminare l’acquisto. Semplifica l’operazione di pagamento. Dividi il check-out in passaggi, in modo da agevolare l’esecuzione dei singoli step invece di vederli tutti insieme in un’unica pagina. A maggior ragione se lo schermo è piccolo.

Se il tuo check-out prevede 3 passaggi, allora indica in che punto del processo ci si trova e quanto manca alla fine. Non tutti saranno già registrati al tuo e-commerce, e non tutti vorranno farlo. Prevedi quindi la possibilità di ultimare il processo anche senza obbligare alla registrazione.

Piuttosto invita l’utente a registrarsi solamente dopo aver ultimato il check-out. Avrai più probabilità che lo faccia dopo aver completato il suo acquisto.

In sintesi, nella progettazione del tuo sito online niente deve essere lasciato al caso. Gli utenti, quando arrivano al sito devono essere ingaggiati nel modo più funzionale e convincente possibile. Solo così si evita l’abbandono della pagina e, peggio ancora, del carrello.

Monitora inoltre il tuo sito dal punto di vista della qualità della user experience. Per continuare a crescere è indispensabile creare un processo di miglioramento continuo che usi diverse tecniche quantitative e qualitative per individuare problemi ed opportunità e sperimentare soluzioni. Devi osservare quello che gli utenti fanno e ascoltare quello che ti dicono per costruire una esperienza attorno alle loro esigenze.