1. Home
  2. Insights, webinar e altre risorse utili
  3. Platform Vision IT: la visione tecnologica Cerved per i servizi del futuro

Platform Vision IT: la visione tecnologica Cerved per i servizi del futuro

Infrastruttura, dati e prodotti gestiti in modo integrato, sono la risposta a un mercato in continuo mutamento. Ecco la strada giusta per focalizzarsi sulle richieste dei nostri clienti e del mercato

 

Innovare è una scelta strategica. Una necessità dettata dalle regole del mercato. Startup e competitor con tassi di crescita altissimi possono spuntare da un momento all’altro. In questo contesto in continuo mutamento è facile ipotizzare che la tecnologia sarà sempre più cruciale e pervasiva per lo sviluppo di nuovi prodotti e servizi con un utilizzo dei dati sempre più massivo e innovativo.  

Per rispondere velocemente agli stimoli provenienti dal mercato e affrontare con efficacia le sfide tecnologiche da anni adeguiamo e rinnoviamo la Platform Vision IT di Cerved. Una visione sempre aggiornata dell’evoluzione delle tecnologie usate in Cerved con l’obiettivo di aumentare la nostra capacità di elaborare dati, costruire soluzioni innovative, garantire alti livelli di qualità dei servizi e accrescere produttività e capacità. Una evoluzione tecnologica basata sul paradigma dell’innovazione continua, della sperimentazione veloce che, pur contemplando la possibilità di fallire, ha l’obiettivo di individuare rapidamente le strade del successo; un approccio ispirato dalle metodologie Agile e Lean che sono parte del DNA di Cerved nello sviluppo di soluzioni.  

La IT Platform Vision è basata su tre layer fondamentali: infrastruttura, dati e prodotti. 

INFRASTRUTTURA E FONDAMENTA 
È il livello alla base di tutta l’impalcatura della Platform Vision IT di Cerved e, come tale, è un tassello fondamentale e di supporto ai processi innovativi ed evolutivi sui dati e sui prodotti. 

Proprio per questo motivo la recente adozione di un approccio cloud oriented è un passaggio obbligato per garantire velocità di realizzazione, controllo dei costi, evoluzione tecnologica e sicurezza. 

L’approccio di Cerved è decisamente Multi-cloud; è un processo avviato da qualche anno, con l’adozione di strumenti di HR & Communication, Modern Workplace, CRM e applicazioni cloud native là dove non c’era un forte legame con i dati core gestiti on premise.  Tra il 2021 e il 2022 abbiamo previsto la migrazione definitiva di tutti i dati e le app core del business aziendale verso l’infrastruttura cloud di Amazon ed Oracle. 

Il passaggio al cloud è facilitato dall’adozione delle metodologie DevOps, che abilitano la riduzione delle attività operative, una maggiore qualità del servizio, la gestione dell’infrastruttura basata sul paradigma IaC (Infrastructure as code). 

Mentre perseguiamo questo obiettivo, innalziamo continuamente l’attenzione agli aspetti di CyberSecurity: negli ultimi anni il rischio legato ad attacchi cyber è aumentato in maniera esponenziale e Cerved ha attivato un ampio programma per contrastare gli attacchi su tutti i livelli possibili: network, endpoint, applications e dati. 

La migrazione in cloud, se da un lato porrà nuove sfide in questo ambito, dall’altro consentirà di rispondere più velocemente ai vari tipi di minacce sempre più sofisticate ed ai requisiti di compliance dei clienti sempre più stringenti. 

DATI: GOVERNANCE E DATA PRODUCT 
Per una data company come Cerved i dati sono l’asset strategico per eccellenza, il pilastro fondamentale per creare software di pertinenza e la base per lo sviluppo. Sui dati si basano tutte le soluzioni offerte dalla piattaforma perché sono una risorsa durevole, replicabile in vari ambienti e utilizzabile per diverse finalità di business: i dati se combinati fra di loro sono in grado di generare un effetto moltiplicatore rispetto al singolo valore.  

Cerved ha il più grande ecosistema italiano di dati sul mercato, e le possibilità di integrarli con quelli di clienti e partner sono molteplici; grazie alle best practice adottate e alla maturità raggiunta nella Governance dei dati, nel 2021 Cerved è diventata “Corporate Member” di Dama Italy, il chapter italiano dell’associazione Data Management International

Poiché nel mondo dei dati non è possibile fermarsi, occorre sempre guardare al futuro, evolvere i processi attuali di estrazione di valore dai dati, e continuare a innovare, i driver di evoluzione in questo ambito sono: 

  • le tecniche di intelligenza artificiale applicate ai dati, che non hanno ancora espresso tutto il loro potenziale, per cui si continuerà ad investire sulla AI per poter valorizzare ulteriormente i nostri dati 
  • il paradigma del data-mesh, che porterà verso una maggiore ownership dei dati end-to-end, dal sourcing all’erogazione, incrementando governance, qualità e capacità di integrazione dei dati 
  • il poliglottismo tecnologico e lo streaming processing, che continueranno ad incrementare capacità e velocità di raccogliere, integrare, elaborare i dati 
  • l’evoluzione dai dati come asset al framework del Data Product, ovvero combinazione di dati e algoritmi commercializzabili ed erogati tipicamente in modalità “machine to machine” (API, streaming) con applicazioni che acquisiscono il proprio valore dai dati stessi e generano nuovi dati di valore, ovvero “prodotti di dati” azionabili. 

PRODUCT PLATFORM 
In un mercato sempre più difficile, mutevole e concorrenziale è necessario che i prodotti siano in grado di rispondere prontamente alle sollecitazioni esterne. L’offerta Cerved si distingue anche grazie alle «App» pronte all’uso, che non necessitano di attività di integrazione sui sistemi ❨IT Independent❩ e che abilitano la generazione di valore per i nostri clienti.  
Queste App sono pensate per consentire ai clienti di accedere al patrimonio informativo Cerved per ottenere informazioni che possano essere di aiuto nella protezione dai rischi di business o nell’estensione del business e dei mercati. 

Nelle App i dati vengono trasformati in soluzioni di valore grazie all’utilizzo di soluzioni tecnologiche innovative ed avanzate per la gestione, l’elaborazione e la visualizzazione dei dati, sviluppando soluzioni di frontiera con le ultime tecniche di Machine Learning, Advanced Analytics e di Motori Semantici.  

La Product Platform dovrà evolvere nei prossimi anni per consentire una sempre più rapida creazione di nuove applicazioni o soluzioni che aiutino i clienti nei propri bisogni quotidiani. Alcuni punti saranno fondamentali, come:  

  • l’estensione di utilizzo di framework di sviluppo che permettono un riuso dei componenti standard di front end, integrati con l’architettura a microservizi  
  • la maggiore abilitazione ed utilizzo di servizi ed API a livello nativo, sia legati ai dati sia di prodotto e che semplificano le integrazioni B2B 
  • l’aumento della possibilità di far dialogare i nostri dati con i sistemi dei clienti e l’utilizzo di strumenti di analytics sempre più raffinati che consentano una migliore esperienza di navigazione e fruizione dei dati 
  • la gestione continua dei clienti, con il tracciamento real-time delle attività che svolgono, in tutto il ciclo della customer journey per profilare e cogliere al meglio le loro esigenze 
  • l’utilizzo di workflow enterprise processes dedicati per supportare la realizzazione di processi complessi e articolati dei clienti, o per garantire configurabilità dei prodotti, soluzioni custom e adattabilità alle esigenze 

Dai dati alle modalità di erogazione passando dalla data intelligence, le tecnologia alla base della platform abilitano la costruzione delle soluzioni delle varie business unit per i clienti. 

CUSTOMER CENTRICITY 
Al centro della visione tecnologica esposta c’è sempre il cliente che, con le sue necessità ed esigenze sempre più sfidanti, ha bisogno di soluzioni e applicazioni innovative. 

La costruzione di applicazioni per il mercato è in costante cambiamento e vi sono differenti dinamiche di crescita nell’era post Big Data. I clienti sono ormai numerosi ed i relativi volumi sono in costante crescita. Da qui la necessità di rispondere con SLA (service level agreement) sempre più stringenti e la gestione sicura di tutti i dati proposti. Non da ultimo, il continuo aggiornamento delle componenti di UX, sempre più sfidanti in termini tecnologici e di usabilità.  

I trend tecnologici mondiali e gli studi di settore evidenziano sempre più che gli approcci come il Low-Code automation, la robotic process automatiom ed il DevOps, sono essenziali per aumentare la capacità di scrivere codice di qualità, costruire applicazioni sicure e permettere ai team di focalizzarsi su quanto occorre di speciale per il cliente.  

I prossimi anni saranno di accelerazione tecnologica e sarà determinante avere dati e informazioni affidabili per poter affrontare le difficili sfide del futuro. La IT Platform Vision supporterà la creazione delle soluzioni per vincere queste sfide.