1. Home
  2. Insights, webinar e altre risorse utili
  3. Settore meccanico | Una ripresa all’insegna della sostenibilità

Settore meccanico | Una ripresa all’insegna della sostenibilità

L'andamento dell'attività del settore meccanico, dopo una flessione a causa dell’emergenza covid, vedrà una ripresa nel 2021. Il futuro? È sostenibile.

L’andamento dell’attività del settore meccanico, dopo una flessione a causa dell’emergenza covid, vedrà una ripresa nel 2021. Il futuro? È sostenibile, specie per i settori dell’edilizia e dell’automotive.

Il settore delle lavorazioni meccaniche e metallurgiche è caratterizzato da una forte frammentazione: oltre 20.000 operatori di cui circa 11.600 società di capitale che occupano 125.000 addetti.

L’andamento dell’attività è strettamente legato al ciclo economico e all’evoluzione dei principali settori industriali di sbocco: industria meccanica, automotive, edilizia, industria ferrotranviaria e cantieristica.

Nel 2020 il giro d’affari settoriale ha riportato una caduta del 16,5% rispetto all’anno precedente. Calo riconducibile al blocco delle principali filiere industriali determinato dagli effetti dell’emergenza Covid. Una flessione anche superiore si valuta per il fatturato realizzato all’estero.

Si configura una ripresa del settore meccanico già dal 2021, grazie alla ripartenza nei settori di sbocco principali, in primis meccanica ed edilizia. Ripresa che potrà permettere di recuperare solo parte delle perdite subite nel 2020, a seguito delle ripercussioni da pandemia covid.

I fattori impattanti della ripresa

Fattori impattanti per la ripresa sono le forti difficoltà negli approvvigionamenti di materie prime e i conseguenti rialzi dei prezzi che coinvolgono soprattutto la filiera metallurgica. Le materie prime necessarie alle lavorazioni vengono direttamente fornite dai committenti solo a pochi operatori, di maggiori dimensioni o maggiormente legati ai clienti.

La maggior parte degli operatori gestisce autonomamente il sistema di approvvigionamento, trovandosi spesso schiacciati a monte dai grandi fornitori di materie prime e a valle dai grandi operatori industriali. Di conseguenza risulta impossibile gestire le tensioni sui prezzi derivanti dalla forte volatilità delle materie prime.

Ripresa green del settore meccanico

In tema di sostenibilità, le lavorazioni metallurgiche e meccaniche, rappresentando una fase del ciclo produttivo, si trovano a dover recepire le nuove peculiarità richieste per i prodotti finiti.

Nell’ambito della filiera automotive, ad esempio, si sta lavorando sulla diminuzione del peso dei veicoli e sulla transizione verso l’auto elettrica. Novità che introducono la necessità di modificare le leghe metalliche utilizzate e le relative lavorazioni. Nell’edilizia si punta sull’innovazione nella composizione dei materiali, per la riduzione dei consumi energetici e degli sprechi.

Sei interessato ad approfondire tematiche legate ai mercati? Prova qui la nostra piattaforma di Market Intelligence!