1. Community
  2. News
  • 28 November 2022
  • News

Non esistono solo le banche: i finanziatori non bancari

Grazie all’innovazione tecnologica e legislativa sono nati canali di finanziamento, che possiamo considerare paralleli a quelli bancari, come i fondi di private equity, i mini-bond o il crowdfunding.

Condividi:

In Italia la maggior parte dei finanziamenti dell’impresa derivano dagli istituti di credito, tuttavia, grazie all’innovazione tecnologica e legislativa sono nati altri canali che possiamo considerare paralleli a questi, come i fondi di private equity, i mini-bond o il crowdfunding, che potrebbero aiutarti a soddisfare pienamente il bisogno finanziario della tua impresa, anche quando la banca da sola potrebbe avere difficoltà a soddisfare le tue esigenze.

Ma se per la banca trasparenza, credibilità e ricchezza di informazioni sono importanti, per un investitore lo sono ancora di più. Alcune informazioni che la banca possiede della tua impresa non sono a disposizione dei terzi finanziatori. Ecco che:

trasparenza informativa;

credibilità;

reputazione aziendale;

sono fondamentali se vuoi diversificare le tue fonti di finanziamento e trovarne di nuove.

L’Italia si è dotata di una regolamentazione in regime semplificato per la sperimentazione di servizi finanziari digitali.

L’obiettivo è naturalmente quello di favorire la digitalizzazione dell’Italia. Sono state definite anche le condizioni e i modi di svolgimento della sperimentazione digitale in Italia di attività di tecno-finanza nei settori bancario, finanziario e assicurativo tramite una “regulatory sandbox”.

La sperimentazione consente agli operatori FinTech di testare soluzioni innovative in costante dialogo con
le autorità di vigilanza: Consob, IVASS e Banca d’Italia.

Gli strumenti sono molteplici, vediamo alcuni.

IL CROWDFUNDING (ANCHE DETTO PEER TO PEER LENDING)

È un processo di raccolta di denaro di tipo collettivo realizzato tramite piattaforme online, attraverso il quale molte persone destinano fondi di diversa entità, con lo scopo di favorire lo sviluppo di un progetto o di una iniziativa. Vi sono diverse tipologie:

Equity Based Crowdfunding

L’equity crowdfunding consiste in una forma di investimento che consente alla “folla” di investitori (crowd) di finanziare startup innovative e piccole e medie imprese.-

Reward Based Crowdfunding

Il reward crowdfunding è una raccolta di fondi per finanziare un tuo particolare progetto. Offrirai un riconoscimento ai tuoi sostenitori, basato sull’importo concesso, sotto forma di:
– un premio, un gadget o un riconoscimento;
– un bene realizzabile grazie alla buona riuscita della campagna di raccolta fondi;
– una quota dei ricavi o degli utili conseguiti con la realizzazione del tuo progetto (royalty crowdfunding), sotto determinate condizioni e per periodi di tempo prestabiliti.

Lending Crowdfunding

Tramite il lending crowdfunding o direct lending la “folla” può prestare denaro attraverso internet a persone fisiche o imprese a fronte di un tasso di interesse e del rimborso del capitale.

Lending Crwdfunding Immobiliare

Il lending crowdfunding immobiliare è una specifica tipologia di crowdfunding che consente ai piccoli risparmiatori di prestare il proprio denaro per sostenere alcune operazioni immobiliari.

Invoice Trading

Se utilizzi l’invoice trading cedi una o più fatture commerciali a una piattaforma web in cambio di un anticipo.